Search

Elisa Fantinato
  -  Diari di bordo   -  “Oltre lo sguardo” Novembre 2022

Il silenzio. L’acqua. Il mare. Quale rifugio migliore lontano dalla città, dal lavoro e dallo stress?
In questo contesto, al confine dei lidi Ferraresi, porto il mio nuovo dipinto in viaggio.

Il dipinto si intitola “Oltre lo sguardo”. Realizzato nei primi mesi del 2022, mi ricorda di guardare sempre oltre le cose, oltre l’apparenza. Viviamo talmente in un contesto di superficialità, d’inganno, di fake news, che ciò che è rimasto di veramente vero è la natura e l’amore verso le persone a cui vogliamo bene. Quanto vento quel giorno. In pieno autunno inoltrato, il sole si fa sentire, con prepotenza, quasi a dire che non è ancora il momento giusto per l’inverno.

Fa caldo ma il vento è freddo. Il mare è calmo ma l’orologio dice che fra poco è l’ora del tramonto.

Il dipinto “Oltre lo sguardo” rappresenta una ragazza che osserva, che guarda oltre.
Ci insegna che bisogna guardare aldilà di ciò che vediamo. Appunto, osservare, non guardare.

Ma cosa osserviamo? Dipende dal contesto.
Se siamo in mezzo alla natura, vediamo che lei ha la sua motivazione di esistere e le sue leggi. Ha i suoi rimi. Se siamo con le persone, possiamo andare oltre all’apparenza. Se osserviamo meglio, vediamo i loro bisogni, ma abbiamo spesso fretta e impegni. Il telefono ci suona. Dobbiamo correre altrove.
Oltre lo sguardo ci ricorda di fermarsi ad osservare, di guardare in là, oltre il confine di quello che è comprensibile, per intercettare quello che non si vede ma rappresenta la vera essenza delle cose.